venerdì 9 ottobre 2015

Nobody said it was easy

Mi ero proposta di scrivere un post per il primo mese qui, per un motivo per l'altro mi sono sempre trovata a rimandare, ma ora eccomi qui! Chi non muore si rivede :) 
Come si riassumono 47 giorni come questi? Leggere 47 giorni mi spaventa, i giorni delle prime due settimane sembravano durare un mese, le ultime due sono volate. 
Definire "shock culturale" quello che ho passato il primo periodo sarebbe un eufemismo. Immaginate una persona che ha sempre considerato piccola la sua città di 200.000 abitanti, catapultata in una fattoria in mezzo al nulla in un paesino di 1900 abitanti, le uniche persone disponibili per avere conversazioni hanno 70 anni e per fare qualsiasi cosa deve chiedere un passaggio in macchina. Potete immaginare come stavo, quindi non mi dilungherò! 
Vi vorrei parlare della prima settimana di scuola ma ora che ci penso non la ricordo nei dettagli, posso dirvi che aprire gli armadietti è freaking hard e che il pranzo è abbastanza tragico, specialmente se non hai altri exchange students a scuola!! La seconda settimana è arrivata un'exchange brasiliana e andiamo d'accordissimo, ogni tanto faccio fatica a capirla per via dell'accento ma sta migliorando giorno per giorno. La settimana successiva è arrivata un' exchange dalla Giordania, probabilmente un quarto di voi sa dov'è, vi capisco. Fatto sta che si chiama Leen, e è qui perchè io avevo chiesto ai miei host parents di ospitare qualcuno insieme a me dato che mi sentivo spesso molto sola. Non pensavo l'avrebbero fatto davvero, ma la settimana dopo la stanza di fronte alla mia è stata occupata. I primi giorni sono stati imbarazzanti, ma dopo una notte che abbiamo guardato un film insieme abbiamo iniziato a parlare per ore e ora abbiamo costruito un rapporto stupendo. Ma chiaramente c'è un problema, per lei questa è solo una welcome family, il suo tempo qui con me sta per scadere, tra 3 settimane cambierà casa anche se non le hanno ancora trovato una famiglia. 
A scuola va bene, è effettivamente molto più facile e in ogni classe mi considerano un genio solo perchè ho un minimo di cultura generale. Farsi amici non è facile per niente, ma mi apro sempre di più e sto iniziando a creare amicizie considerabili tali. Questo post sucks, è un po' confuso ma vi assicuro che riassumere quasi due mesi in cui ogni giorno è una scoperta non è per niente facile, giuro che mi impegnerò a scrivere una volta alla settimana d'ora in poi. Vi lascio un po' di foto random.
Io e Nikki durante un chemistry lab

Seattle stole my heart! 
Io e Leen alla Puyallup Fair


No, non mi hanno chiesto di andare all'homecoming, ma sono stata parte di questa proposal!
Sono la seconda idiota super emozionata partendo da sinistra ahahaha

Nessun commento:

Posta un commento